Eventi in Versilia

Vi presentiamo una rassegna di eventi in Versilia nei prossimi 10 giorni.
Il servizio è offerto da www.laversilia.it - Il Portale della Versilia

Versilia – ricordi di un’estate al mare 1880-1940

Tipologia Evento: Mostre ed esposizioni
Quando: dal 30/04/2018 al 22/07/2018
Dove: Viareggio - Villa Argentina Via Fratti - 0584 48881
Un’estate lunga 60 anni, a cavallo tra Ottocento e Novecento, con immagini suggestive che ci riportano in un’epoca straordinaria della Versilia. Inaugura domenica 29 aprile alle 17 a Villa Argentina (Viareggio)la mostra fotografica “VERSILIA ricordi di un’estate al mare 1880-1940”, curata da Enrico Stefanellie promossa dalla Fondazione Banca del Monte di Lucca e dalla Provincia di Lucca,in collaborazione con il Comune di Viareggio e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggiodi Lucca e Massa Carrara e con il patrocinio dei Comuni di Lucca, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Sonocirca 70 le stampe fotografiche esposte(in riproduzione), a cui si aggiungono foto e manifesti originali provenienti dall’Archivio fotografico della Provincia di Lucca e video provenienti dall’Archivio Chini di Camaiore. Il racconto va dalle prime immagini sugli stabilimenti balneari, la costa e l’entroterra riferibili agli ultimi decenni dell’Ottocento, per arrivare alla fine degli anni Trenta del Novecento, passando attraverso la Belle époque. Le prime sale sono dedicate ad un racconto cronologico della vita dei luoghi,del costumee del territorio,con un effetto spiazzante per il visitatore che forse faticherà a riconoscerlo per come era. Al primo piano un focus su tematiche trasversali come l’evoluzione degli stabilimenti balneari, quella del costume da bagno, il tempo liberofuori dalla spiaggia con le attività ludico sportive, il tennis, il bridge, il ballo, la vita in pineta, i trasporti(come si arrivava e ci si muoveva in Versilia), lo sviluppo urbano. “E’ una mostra che rafforza il nostro senso di identità in quanto ci aiuta riconoscere, attraverso la vita balneare e lo sviluppo sociale della Versilia, quel tempo in cui seppe diventare un modello sognato dai turisti di tutta Europa. La Versilia è ancora tutto questo e la magia che si rinnova ogni estate ci stimola a riprendere consapevolezza delle meraviglie del nostro territorio” è il pensiero espresso dal Presidente della Provincia di Lucca, Luca Menesini, orgoglioso di questa nuova mostra a Villa Argentina che ne conferma l’incessante attività culturale e artistica. Il presidente della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Oriano Landuccimanifesta il suo entusiasmo: “La mostra si presenta come il naturale sviluppo della precedente esposizione ‘La Versilia ritrovata’. Una nuova edizione che vuole essere un progetto di ampio respiro che non riporti solo semplicemente i ricordi di un’estate al mare, ma anche e soprattutto il rapporto appassionato fra l’uomo e la Versilia. Ogni immagine esposta è un fotogramma emozionante che ci porta in un tempo felice, sospeso tra sogno e realtà”. L’accoglienza ai visitatori sarà supportata dagli studenti dell’ISI Piaggia di Viareggio nell’ambito di un progetto formativo di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca che continua ormai da diversi anni.All’allestimento degli ambienti collaborano anche il rinomato negozio Bazaar di Viareggio che presenterà alcuni pezzi proveniente dalla grande collezione di abbigliamento e accessori vintage e Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali quaderni storici dedicati a Viareggio e alla sua storia).Numerose saranno le iniziative collaterali che si svolgeranno durante il periodo della mostra: da incontri sulla moda e sul costume, a presentazioni di libri e filmati d’epoca a momenti di intrattenimento. Gli appassionati e i collezionisti di fotografia potranno partecipare arricchendo i contenuti della mostra con proprie foto d’epoca (sempre relative al periodo 1880 – 1940) corredate di didascalie che verranno apposte in uno speciale corner dedicato. La mostra è stata realizzata con il prezioso supporto di Fratelli Alinari, PhotoLux, Mela Editing, Archivio Chini di Lido di Camaiore (filmato di proprietà della Famiglia Chini), ISI Piaggia di Viareggio (accoglienza dei visitatori nell’ambito del progetto di Alternanza Scuola Lavoro con la Provincia di Lucca), Arci Comitato Lucca Versilia, Bazaar Viareggio (collaborazione all’allestimento attingendo dalla loro collezione vintage) Pezzini Editore (tipografia antica che realizza prodotti editoriali dedicati a Viareggio e alla sua storia). Le fotografie provengono dai famosi Archivi Alinari di Firenze, dall’Archivio della Provincia di Lucca,dall’Archivio Chinie dagli archivi dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata nel 1928, che custodisce oltre 1.500 pezzi tra scatti e manifesti pubblicitari di tutte le cittadine della Versilia. Archivio Alinari di Firenze. Per tutti gli studiosi e gli appassionati di Storia della Fotografia, i Fratelli Alinari e cosa rappresentano una garanzia di qualità, un vero e proprio modello espressivo che ha influenzato generazioni di fotografi e artisti: le loro immagini sono entrate a pieno titolo nella memoria storica del nostro patrimonio culturale. L’Archivio della Provincia di Luccaattinge in particolare l’Archivio fotografico turistico che proviene dal patrimonio dell’ Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo, nata ne 1928 poi divenuta Riviera della Versilia. Negli anni ‘30 furono commissionate e realizzate numerose campagne pubblicitarie e numerose pellicole che resero famosa la costa che va da Viareggio a Forte dei Marmi. Tali prodotti multimediali, che ancora oggi stupiscono per la loro freschezza e capacità innovativa, avevano lo scopo di mostrare a tutti le bellezze del territorio per attrarre un numero sempre maggiore di turisti. L’Archivio fotografico, costituito da oltre 1.500 pezzi custodisce circa 600 scatti e manifesti pubblicitari che coprono un arco temporale che va dagli Anni ’30 ai giorni nostri e riguardano tutte le cittadine della Versilia.Le foto presenti nella mostra raccontano il mito delle località di vacanza e dei vacanzieri in un’epoca d’oro che sembra non avvertire l’imminenza del secondo conflitto mondiale. Archivio Chini di Lido di Camaiore: il percorso espositivo è arricchito anche da immagini provenienti da filmati d’epoca tra cui uno di Galileo Chini messo a disposizionedall’Archivio Chini di Lido di Camaiore, le cui belle immagini vedono come protagonista artista l’artista poliedrico e versatile Galileo Chini, pioniere dello stile Liberty in Italia I fotografiNelle immagini d’epoca risalta immediatamente la professionalità di alcuni fotografi davvero straordinari. Tra i tanti è possibile il lucchese Ettore Cortopassile cui fotografie sono conservate nell’Archivio Fotografico Turistico della Provincia di Lucca. Il suo modo di operare si pone al confine fra arte visuale e fotografia documentaria ed osservando le sue fotografie è facile individuare un equilibrio compositivo dove documentazione e ricerca estetica s’incontrano; una sua fotografia del 1939 verrà ripresa come soggetto da Piero Cantini, intorno al 1950, per realizzare una locandina pubblicitaria di Viareggio.Va inoltre sottolineata la figura di Carlo Brogi, che nel 1881 ereditò la “Ditta Brogi”, fondata nel 1864 dal padre, il famoso Giacomo Brogi. Le sue visioni sono chiaramente pittoriche con una grande attenzione alla composizione dell’immagine. L’inaugurazione è prevista per domenica 29 aprile alle ore 17.00 La mostraresterà apertafino al 22 luglio ad ingresso libero.Orario: da martedì a domenica 10.00-13.00 e 15.00-18.30.Chiuso il lunedì (ad eccezione del 30 aprile)

Achille Funi e Ugo Guidi - Ricordi di un'amicizia

Tipologia Evento: Mostre ed esposizioni
Quando: dal 27/05/2018 al 29/06/2018
Dove: Vittoria Apuana - MUG - Museo Ugo Guidi via Civitali num. 3 (Vittoria Apuana) - Tel. 348-3020538
Altre Info: Museo Ugo Guidi - via Civitali 33 Forte dei Marmi
Il Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi ospita dal 27 maggio al 29 giugno 2018 la mostra “Achille Funi e Ugo Guidi – Ricordi di un’amicizia”.La mostra, che gode del patrocinio dell’Archivio Achille Funi di Milano, sarà inaugurata Domenica 27 maggio alle ore 18 al MUG con introduzione di Vittorio Guidi.L'esposizione sarà visitabile fino al 29 giugno su appuntamento al 348-3020538 o . Achille Virgilio Socrate Funi nacque a Ferrara nel 1890. Studiò disegno e decorazione dai 12 ai 15 anni. Nel 1906 fu a Milano dove seguì i corsi dell’Accademia di Brera per pittura. Nel 1914 partecipò al movimento futurista con Boccioni, Carrà, Russolo e Sant’Elia. Fu tra i primi volontari del Battaglione Volontari Ciclisti poi tenente dei bersaglieri ciclisti combattendo sul Piave. Al ritorno dalla guerra si ritirò a studiare sul lago di Como. Fu tra i fondatori del Gruppo del Novecento e tra gli organizzatori delle Mostre Nazionali del Novecento.Partecipò alle Esposizioni futuriste, alle Biennali di Venezia e Quadriennali di Roma e alle più importanti mostre italiane ed estere. Dal 1939 è stato titolare della Cattedra di Decorazione e Direttore dell’Accademia di Brera fino al 1960. Realizzò opere pubbliche e sue opere si trovano in Gallerie nazionali, a Parigi, Zurigo, Mosca, New York, Londra, Monaco di Baviera, Bruxelles, Amsterdam e numerose raccolte private. Morì il 26 luglio 1972. Fino dagli anni ’60 trascorse tutte le estati a Forte dei Marmi nella stessa villetta con giardino, effigiato in numerose tele, molte delle quali avevano la presenza di un bambino, mio fratello Fabrizio che con i capelli rossicci e gli occhi verdi-azzurri è stato ritratto da molti artisti che hanno frequentato il Forte, da Treccani a Vernizzi, a Cassinari.Funi, con l’ inseparabile sorella Margherita e il cane Lilli divenne subito amico di Guidi con cui partecipò in numerose giurie d’arte in Toscana inoltre insieme fecero visita più volte a Umberto Vittorini a Barga, a Raffaele Carrieri a Camaiore e a numerosi altri amici artisti.Mio padre aveva realizzato una scultura in terracotta, Dafne, appoggiata su un tronco d’albero e con la chioma ottenuta da una pianta grassa messa in un vaso inserito sulla testa che dava l’aspetto di capelli. Funi attratto dalla scultura che gli ricordava la mitologica dea greca dipinse “Daphne” nel giardino dell’attuale museo e mentre Funi dipingeva Guidi a sua volta ritraeva Funi intento all’opera. Mentre la scultura di Guidi è presente nel museo con una foto dell’epoca e i disegni che raffigurano il pittore, del dipinto di Funi è presente solo la foto riprodotta in un catalogo a me donato con dedica.Una gustosa vignetta di Guidi rappresenta Funi e famiglia di ritorno dal Bagno Capri, il bagno degli artisti, che con puntualità cronometrica prendeva l’aperitivo da Ernesto alle 12, vino bianco con uno spruzzo d’acqua, che poi era luogo di incontro e scambi di idee con tutti gli artisti e amici che si ritrovavano a formare una grande compagnia.Funi frequentava quotidianamente l’atelier di mio padre e arrivato davanti al cancello, con voce stentorea, chiamava “Guidi…Guidi”, senza mai suonare il campanello posto all’ingresso. In quell’ingresso dipinse poi mio padre nel suo piccolo giardino con la file delle sculture di più grande dimensione. Opera oggi in mostra.Un grande ritratto di Ugo Guidi è pure presente, realizzato nei primi anni ‘60.La sorella di Funi, Margherita, era una piccola signorina, tutta curata e agghindata, un bel soggetto da immortalare nella terracotta da Guidi, che realizzato il ritratto fu donato al fratello mentre nel Museo è rimasto il bronzo, in cui è espressa tutta la vivacità e arguzia del volto femminile.In mostra anche un piccolo pastello del Bagno Capri, dove Funi aveva la prima tenda all’ingresso sulla spiaggia lato mare e dove incontrava tutti gli amici artisti che lo frequentavano. Infine alcune litografie di volti femminili, opere che Funi inviò alla famiglia Guidi come ricordo natalizio ripetuto negli anni.Il tutto a testimonianza di un sodalizio umano ed artistico che ha contraddistinto la vita culturale di Forte dei Marmi del secondo Novecento. La mostra è inserita nella brochure ufficiale degli eventi estivi del Comune di Forte dei Marmi

"ARTinCLUB 6": Armando Orfeo alla Residenza d'Epoca Hotel Club I Pini

Tipologia Evento: Mostre ed esposizioni
Quando: dal 09/06/2018 al 22/09/2018
Dove: Lido di Camaiore - Residenza d'Epoca Hotel Club I Pini - via Roma Capitale 265 - Tel. 0584 66103
Altre Info: info@clubipini.com - www.clubipini.com/artinclub6
Sabato 9 giugno 2018 alle ore 18.30, presso la Residenza d’Epoca Hotel Club I Pini in via Roma Capitale 265 a Lido di Camaiore (Lu), si inaugura la mostra di pittura “ARTinCLUB 6”, organizzata in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio. In esposizione una serie di recenti dipinti dell’artista Armando Orfeo.L’iniziativa ARTinCLUB, giunta alla sesta edizione, nasce con l’intento di offrire al pubblico una proposta culturale che coniughi l’arte contemporanea con la raffinata atmosfera della villa in stile Liberty, fatta costruire dal pittore e ceramista Galileo Chini agli inizi del ‘900 per crearvi la propria dimora nei periodi di vacanza. Completamente ristrutturata lasciando inalterato il fascino originario, la Residenza d’Epoca Hotel Club I Pini accoglie ancora oggi numerose opere di Chini - dipinti, affreschi e oggetti d'arredamento - perfettamente conservate.Armando Orfeo - nato a Marina di Grosseto nel 1964 - ha all’attivo un nutrito curriculum espositivo, con personali e collettive sia in Italia che all’estero. Nelle sue tecniche miste, un bizzarro individuo si muove, inquieto e curioso, tra numerosi oggetti simbolici e architetture audaci. L’artista sottolinea il paradosso insito nel destino dell’uomo, riproducendo situazioni surreali nelle quali l’unica via di salvezza appare la Patafisica, la scienza delle soluzioni immaginarie. Orfeo realizza così un’onirica indagine sulla condizione dell’essere umano, con i suoi miti e i suoi dilemmi: lo fa servendosi di un’ironia volta a stimolare una riflessione non banale sull’esistenza e a indicare una visione ‘altra’ del mondo.La mostra, corredata di brochure con introduzione di Gianni Costa, è patrocinata dal Comune di Camaiore. E’ aperta fino al 22 settembre 2018, tutti i giorni, con orario 18.30 - 23.30. Infoline: 0584 66103.

DON CAMILLO, PEPPONE E IL CROCIFISSO CHE PARLA

Tipologia Evento: Eventi culturali
Quando: dal 14/06/2018 al 15/07/2018
Dove: Forte dei Marmi - Villa Bertelli Via Giuseppe Mazzini, 200 - Telefono: 0584 787251
Altre Info: Ufficio Informazioni Turistiche Tel 0584 280253
70 immagini per raccontare la finzione che diventa realtàMostra dedicata all’opera di Giovannino Guareschi (a cura di Giorgio Casamatti, Guido Conti e Federica Sassi) in concomitanza con le celebrazioni del cinquantenario della scomparsa dello scrittore.L’esposizione si inserisce nell’ambito delle iniziative “Aspettando il Premio Satira”, che si terrà dal 4 al 7 luglio, ed è promossa dall’Amministrazione comunale di Forte dei Marmi e dal Comitato Premio Satira in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli.In mostra circa 70 scatti di Osvaldo Civirani, scelti insieme ai figli di Giovannino Guareschi, che descrivono la preparazione delle scene, i momenti di riposo e di lavoro prima del ciak.Sono immagini di scena che raccontano il regista Duvivier, Fernandel e Gino Cervi, prima o durante le scene, sempre però con un'ottica diversa e con un'angolazione trasversale che mettono in luce tutta la fatica e l'immenso lavoro necessario alla produzione di un film.Un racconto nel racconto, inventando un modo non banale per accompagnare il lettore nel mondo di Guareschi sul crinale tra cinema e letteratura, lungo quel labile confine che oscilla tra la letteratura che diventa cinema e il cinema che influenza poi la letteratura.Primo piano di Villa Bertelli

PATRIZIA FARNOCCHIA

Tipologia Evento: Eventi culturali
Quando: 22/06/2018
Dove: Viareggio - Teatro estate viale g. capponi n°10 pineta di ponente
Altre Info: teatro estate viale G. Capponi n°10 vicino laghetto dei cigni pineta di ponente viareggio
Nell' ambito degli incontri pomeridiani, interessante appuntamento VENERDI 22 GIUGNO alle ore 18,00 presso il Teatro Estate nella pineta di ponente a Viareggio vicinanze laghetto dei cigni, organizzato dall’ Associazione “ Per un futuro possibile onlus” , Giulio Arnolieri intervisterà la scrittrice Patrizia Farnocchia che ci parlerà del suo libro per bambini“ Racconti per fare e per pensare ”

Linea Gotica - Mostra Mercato Militaria

Tipologia Evento: Mostre ed esposizioni
Quando: dal 23/06/2018 al 24/06/2018
Dove: Marina di Massa - Scuderia Pradaccio - V.le Repubblica, 116 (Ronchi)
Altre Info: 328 5405547 - sarasota@hotmail.it
Anche quest'anno si ripete l'appuntamento ormai classico con la mostra mercato di militaria "Linea Gotica" a Marina di Massa, ospitata come da tradizione dal centro sportivo Scuderia Pradaccio di viale della Repubblica 116 a Marina di Massa.

Con moto o mosso

Tipologia Evento: Eventi culturali
Quando: dal 30/06/2018 al 15/07/2018
Dove: Forte dei Marmi - Almarosa art music bar - V.le Morin,89/A, 0584 82503 info@almarosa.it www.almarosa.it
Altre Info: Teseo Arte info@teseoarte.com 02 91092271
“I cento metri più affollati della Versilia” ospitano l’arte. Dal 30 giugno la Galleria Teseo Arte di Milano espone Franco Rota Candiani e Riccardo Gusmaroli all’Almarosa Forte dei Marmi. Ogni genesi implica un’azione, genera cinetica, mutamento, divenire, da immobile a mobile. In altre parole, il moto. Non esiste movimento, se non esistesse la stasi. L’estetica di Candiani (Milano 1939) nasce da lunghi periodi di gestazione concettuale ed esplora attraverso cromatismi materici i possibili moti collaterali a una causa-azione. Nelle sue opere succede qualcosa, non ci è dato sapere cosa, ma il mistero si disvela nell’onda d’urto che ne deriva: da un vuoto primordiale, che potremmo definire quasi esistenziale, fervide svirgolate cromatiche emergono tra spazi pieni e vuoti come un respiro, come onde e si propagano nello spazio, nel tempo, nel gesto. Così come in Candiani, la conseguenza genera azione, nell’opera Europa di Riccardo Gusmaroli il gioco dello spazio-tempo ne scandisce i vortici nautici che osano e sfidano le correnti del mare, come pure quelle ideologiche. Barchette fatte di carta, ma resistenti al mare, incedono ritmicamente e si involvono, quasi potrebbero persino scontrarsi in un punto cardine, come vortici di pensieri, che il maremagnum dell’animo umano può generare. La struttura ritmica delle due opere a confronto dialoga e suggerisce imprescindibilmente la sensazione musicale del moto, stuzzicando l’insinuarsi concettuale di essere di fronte a un ossimoro visivo squisitamente sottile, in cui ciò che matericamente appare fermo, in realtà si muove e tutto muove.

"Fantastic fly": rassegna di pittura alla Galleria Europa

Tipologia Evento: Mostre ed esposizioni
Quando: dal 30/06/2018 al 08/07/2018
Dove: Lido di Camaiore - Galleria Europa - Lungomare Europa, 41 (Lido di Camaiore)
Altre Info: Galleria Europa, lungomare Europa 41, Lido di Camaiore
Sabato 30 giugno 2018 alle ore 21, presso la Galleria Europa sul lungomare Europa 41 a Lido di Camaiore (Lu), si inaugura la rassegna di pittura “Fantastic fly”.In esposizione recenti dipinti di Beppe Francesconi, Armando Orfeo e Valente Taddei. Nella pittura italiana contemporanea esiste un consolidato filone espressivo collegato al fantastico: i tre artisti invitati a questa rassegna procedono ciascuno in modo personale per costruire un proprio universo chimerico, un originale registro visionario, un diario onirico privato.Negli oli di Beppe Francesconi (Marina di Massa, 1961), la ricerca di leggerezza, di fragili immagini prive di peso, con animali che tendono a librarsi in volo, indicano la volontà di superare la realtà per immergersi nel mondo delle utopie e delle fiabe. La sua tavolozza trova nei colori azzurri e rossi, solari, i toni più congeniali, alternati a dei suggestivi notturni, dove un cielo pieno di stelle diventa il fondale ideale per magiche evocazioni.Protagonista delle tecniche miste di Armando Orfeo (Marina di Grosseto, 1964) è il ‘Signor Cozza’, bizzarra creatura che vive in una dimensione denominata ‘Iper-Mondo’, muovendosi, inquieto e curioso, tra numerosi oggetti allegorici e architetture ardite. L’artista sottolinea il nonsenso insito nella vita dell’uomo, riproducendo situazioni surreali nelle quali la principale via di salvezza appare la Patafisica, la scienza delle soluzioni immaginarie.Valente Taddei (Viareggio, 1964) realizza dipinti a olio e china dal taglio narrativo, nei quali un minuscolo individuo si ritrova in contesti al limite del paradosso, sospeso in tempi e spazi indefiniti. La linea tracciata dall’artista asseconda le peripezie del suo personaggio, temerario ma insicuro, solitaria presenza in un cosmo dagli equilibri precari, icona della fragilità umana in bilico tra sogno e inconscio.La mostra è patrocinata dal Comune di Camaiore ed è organizzata in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio. Rimarrà aperta fino a domenica 8 luglio 2018, tutti i giorni, con orario 21 - 23.30. Infoline: 333 2318925.

servizio eventi: www.laversilia.it

Galleria

Guestbook

  •      
    Io per lavoro ogni volta che vengo in versilia vengo a soggiornare da filie’ per me e i miei colleghi il miglior hotel , camere pulite con frigo bar e bollitore con caffè e the a disposizione e bagni grandi e puliti per non parlare del letto comodo , io poi che sono solo di solito altri hotel quando chiedi una singola ti danno una camera col letto da una piazza invece qui le camere sono col letto matrimoniale. La mattina colazione super e ristorante molto buono con servizio fantastico , per me filie’ numero uno impossibile lamentarsi. Continuate così’

    Montatore - Tripadvisor

  •     
    La camera veramente ben pulita, il riscaldamento, il wi-fi, la colazione molto buona, la gentilezza dello staff. La posizione è ottimale per lavoro, a 5 minuti dal mare come dalle apuane, parcheggio interno privato.

    fabio - hoteldafilie.it